Lady Gaga citata in giudizio

Spero proprio che la notizia non sia vera, ma giunge voce che la cantante Lady Gaga sia stata citata in giudizio dopo aver presumibilmente intascato soldi dalla vendita del braccialetto benefico “We pray for Japan”.  Una società chiamata 1-800-LAW-FIRM accusa la pop star di aver gonfiato i costi di spedizione e trattenuto dei soldi nel ricavato dalla vendita dei suoi braccialetti destinati alla ricostruzione del Giappone dopo lo tsunami.

“Quando si utilizza la celebrità e il potere per spillare i soldi alla gente con falsi pretesti, è solo sbagliato”, ha detto l’avvocato della ditta, Ari Kresch che aggiunge:  “Quando abbiamo cercato di parlare con l’imputata, la risposta che abbiamo avuto è stata che una parte del denaro era stata trattenuta, ma non ha rivelato esattamente di che cifra si stava parlando”.

Gaga ha lanciato il braccialetto nel marzo di quest’anno al fine di raccogliere fondi per le vittime del terremoto in Giappone. La vendita a scopo di beneficienza, partita direttamente dal suo sito, era andata benissimo e la pop star in poche settimane aveva già raccolto più di un milione e mezzo di dollari. Il caso verrà adesso dibattuto alla corte federale del Michigan entro la fine del 2011. Secondo il Daily Mail, se le accuse si rivelassero vere, Lady Gaga avrebbe  violato le leggi americane a tutela del consumatore. Questa volta per lei tira proprio una brutta aria…

 

0 Comments

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *