Primavera/Estate 2012: le principali tendenze viste in passerella

Terminate le Fashion Week di New York, Londra, Milano e Parigi non ci resta che tirare le somme su quanto visto nelle varie passerelle. Quali saranno le principali tendenze per la prossima primavera/estate 2012? Ecco una panoramica di ciò che ci hanno proposto le più grandi maison, e di ciò che speriamo vedere – e non vedere – per le strade delle nostre città durante la prossima stagione calda.

Pancia scoperta

Questa è senza dubbio la tendenza che più mi preoccupa. Blumarine, Dolce & Gabbana, Donna Karan, Emilio Pucci, Missoni, Miu Miu , Nina Ricci, Oscar de la Renta, Prada, e molte altre case, rilanciano microtop e fasce che lasciano scoperto l’addome, talvolta anche l’ombelico. Una tendenza bellissima per chi ha un corpo da modella, non molto elegante per chi invece ha qualche rotolino in più. Ed è qui che sorge il mio dubbio: quante avranno l’autocoscienza di riconoscere questo limite?

Black and white

Per la prossima primavera/estate 2012 nero e bianco tornano a combinarsi su abiti e accessori da portare in versione “day” così come in quella “night”. Sempre più elegante, sempre più chic, il black and white sfila sulle passerelle di Alexander Wang, Balmain, Chanel, Chloé, Christian Dior, Lanvin, Oscar de la Renta, Valentino, e non solo.

Tutte in giallo

Giallo canarino, fluo, pastello, paglierino: praticamente tutti i designer hanno proposto almeno un capo declinato nel colore simbolo dell’estate. Per la gioia della nostra abbronzatura, ma anche degli insetti! 🙂

Fantasia bucoliche

Fiori per la primavera? Avanguardia pura! Direbbe con evidente ironia la terribile Miranda Presley de “Il diavolo veste Prada”. Ma , ancora una volta, su abiti, camicie e altri indumenti sboccerà rigogliosa la natura. E, checché se ne dica, a me non dispiace affatto.

Effetto “vedo non vedo”

Forse sarebbe meglio dire “vedo” e basta, ma, comunque le si intendano, le trasparenze giocheranno un ruolo decisivo nei guardaroba della prossima estate. Leggiadre e raffinate, o volgari e sfacciate: come sempre il confine è dettato dalla nostra interpretazione.

Like a boy

Calvin Klein, Jean Paul Gaultier, Ralph Lauren, Tommy Hilfiger, fanno emergere il lato maschile della donna avvalendosi di blazer, camicia, bermuda e cravatta. Importante però non dimenticare di sdrammatizzare con un tocco femminile, scarpe alte e accessori in primis.

0 Comments

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *