Louis Vuitton dichiara guerra alla Warner Bros

La lotta alla contraffazione non ha mai tregua. L’ultima notizia a tal proposito coinvolge uno dei marchi di lusso più conosciuto, Louis Vuitton, e la celebre casa di produzione cinematografica Warner Bros. Pare infatti che il gruppo LVMH abbia citato a giudizio la Warner Bros a causa di una scena nel film Una notte da leoni 2 in cui fanno capolino delle borse contraffatte. La scena imputata è quella in cui l’attore Zach Galifianakis, che interpreta il personaggio di Alan, avverte il suo amico dicendo “Attenzione questa è una Louis Vuitton”. In realtà la borsa è un falso appartenente alla società cinese Diophy, che è già stata denunciata per plagio dei prodotti del marchio di lusso francese.

Louis Vuitton crede che la scena sia fuorviante, al punto da danneggiare l’immagine del brand. Pertanto sono state richieste alla Warner Brothers tutte le copie del film, una parte dei proventi e le spese legali del processo. Esagerati?

Quel che a me appare evidente è la poca astuzia della casa cinematografica…tutto sommato una reazione da parte della maison francese era facilmente prevedibile.

0 Comments

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *