Sanremo 2012, Belen Rodriguez “smutandata” sul palco dell’Ariston

Cosa inventiamo per far impennare lo share di questo Festival di Sanremo? Spogliamo Belen! Ed è così che la showgirl argentina ieri sera, durante la seconda puntata della kermesse della canzone italiana, si è presentata sul palco dell’Ariston prima con un abito trasparente firmato Fausto Puglisi, per poi svelare il tatuaggio nascosto sfoderando uno spacco più che inguinale. Le immagini, manco a dirlo, fanno subito il giro del web, mentre la domanda più frequente è: ma la Rodriguez portava le mutande?
Quel che è certo è che tra scollatura pericolosa e spacco assassino ostentato in ogni momento, Belen ha letteralmente oscurato la presenza di Elisabetta Canalis e della valletta ufficiale Ivana Mrazova. Mossa astuta per catalizzare l’attenzione sul proprio corpo (come se ce ne fosse di bisogno), ma il buon gusto? Ancora una volta del tutto sconosciuto.

5 Comments
  • saint andres
    febbraio 16, 2012

    Una mossa di basso livello quella di Belen (ma anche del Festival in generale) che dimostra come le canzoni al festival ormai non siano nemmeno considerate e si punti su ben altro. Tanto di Belen si è già visto tutto, non credo servisse vedere il tatuaggio a Sanremo. Certo magari per risollevare gli ascolti ormai va bene tutto, dal riciclare le idee dell’anno precedente fino a queste cose.

    • Viviana Maresci
      febbraio 16, 2012

      Concordo, se le strategie per risollevare gli ascolti sono queste forse farebbero meglio a chiudere…Il Festival di Sanremo dovrebbe avere ben altro valore.

  • michele
    febbraio 16, 2012

    dall’ingrandimento si vede che il vestito ha una sorta di body che infatti copre parzialmente l’ala della farfalla, quindi la mutanda c’è!

    • Viviana Maresci
      febbraio 16, 2012

      Credo anch’io che una sorta di
      mutanda/cerotto ci sia, ma il punto e’ che Belen e’ apparsa volgarissima anche nel modo in cui continuava a sventolare lo spacco

  • FabioB
    marzo 1, 2012

    Da una che trova interessante il dislessico di Corona che vi aspettavate…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *