Sfilate FW 2013/2014: le donne di Fendi e Prada

Nella seconda giornata di Milano Moda Donna salgono in pedana anche Fendi e Prada, due grandi maison che offrono per l’autunno-inverno 2013/2014 due modi differenti di concepire la femminilità.

La signora pensata da Karl Lagerfeld e Silvia Venturini Fendi è forte e aggressiva, ha un’appeal punk-rock e non guarda in faccia a nessuno. Neppure quando marcia in giro per la città adornata da pelliccia dalla testa ai piedi (letteralmente): volpi e visoni rivoluzionati nelle lavorazioni e nelle forme, spuntano sulle decolleté, affiancano la lana nei cappotti, si colorano di fucsia, bianco, giallo e arancio mentre contaminano persino occhiali e borse sotto forma di ironici pompon. Avete in mente Crudelia De Mon? Le fa un baffo!

Ben diversa la donna ipotizzata da Miuccia Prada: femminile e concreta, scivola con eleganza sulla passerella, scomposta solo da un temporale imprevisto che bagna i capelli e fa scivolare giù le spalline degli abiti. Lo stile è molto anni Quaranta, con gonne a ruota strizzate in vita, borse bowling, scarpe alte e tessuti eterogenei che vanno dal tweed al cocco, dal vichy alle righe, passando per il lamé. A rinnovare questo stile, inedite asimmetrie realizzate con pannelli più lunghi sugli orli delle gonne, spesso riccamente ricamati.

0 Comments

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *