Jean Paul Gaultier saluta il prêt-à-porter a modo suo

jean-paul-gaultier-primavera-estate-2015-1

Mentre la maggior parte dei designer preferiscono rimanere ancorati nel ready-to-wear per timore di non essere “all’altezza” della Haute Couture, Jean Paul Gaultier sceglie la strada opposta.

Dopo quasi 40 anni di onorata carriera, di spettacolari fashion show e di collezioni geniali, dissacranti e ironiche, l’enfant terrible della moda stupisce ancora una volta scegliendo di dire addio al prêt-à-porter. E lo fa con la sua ultima sfilata/show dedicata a Miss France, che ha esaltato e commosso i 1500 spettatori intervenuti al Gran Rex, il cinema Dèco “dove andavo da bambino per Natale e dove ho sempre sognato di sfilare”, confida lo stilista. Tra questi gli amici di sempre, da Catherine Deneuve a Naomi Campbell, passando per i colleghi stilisti Pierre Cardin, Alber Elbaz, Rick Owen, Gareth Pugh, Antony Vaccarello, che hanno applaudito le Miss in passerella e la collezione S/S 2015 culminata con lo spiritoso spogliarello di Rossy De Palma e l’elezione a reginetta dello show per la top model Coco Rocha.

Vi chiederete se adesso andrà in pensione Jean Paul Gaultier. Assolutamente no. “Adesso voglio fare solo ciò che mi piace, dedicarmi all’haute couture, ai profumi, al rapporto con le star. Questo non è un addio alla moda ma una porta aperta per un futuro di felicità e creatività!”

jean-paul-gaultier-primavera-estate-2015-2 jean-paul-gaultier-primavera-estate-2015-3

No Comments Yet.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *